bimbrokers.it

Danni ai beni patrimoniali
Stipulare una polizza All Risks. Questa forma di copertura prevede, a titolo esemplificativo: danni da incendio, atti di terrorismo e sabotaggio organizzato, eventi atmosferici, alluvioni, inondazioni, terremoti, furto, rapina, guasti alle apparecchiature elettroniche e danni ai mezzi semoventi non targati. Con questa impostazione vengono accorpati in un unico contratto i rischi tradizionalmente assicurati con più polizze, ottenendo così un miglior controllo sull'andamento dei sinistri e dunque definendo nel tempo la franchigia ottimale che minimizza il costo dell'assicurazione.

Danni da Responsabilità Civile
È possibile concentrare in un unico contratto i rischi di Responsabilità Civile verso terzi, verso dipendenti, da inquinamento accidentale e da responsabilità amministrativa patrimoniale. Qualora il cliente fosse interessato alla copertura da inquinamento "graduale" occorrerà scorporare tale copertura, che ha normalmente una gestione particolare (Pool inquinamento).
Sarebbe sempre opportuno stipulare un'assicurazione per la responsabilità amministrativa e civile verso terzi a favore dei componenti del consiglio di amministrazione, nonché, per gli Enti, effettuare un sondaggio per verificare la possibilità di offrire alle altre categorie interessate una polizza-convenzione, ad adesione individuale e facoltativa, con costo a carico del singolo, per la tutela della responsabilità personale verso l’Ente o verso terzi.

R.C. Autoveicoli
Nel 1994 ha trovato applicazione la direttiva che abroga le tariffe amministrate.
Per le imprese che dispongono di un parco veicoli consistente si offrono prospettive di personalizzazione tariffaria che per le aziende a basso livello di sinistrosità si potranno tradurre, sul medio periodo, in una riduzione dei costi.

Employees benefits
Tutte le prestazioni assicurative previste dall’Azienda per i dipendenti possono essere fatte confluire in una Cassa Assistenza appositamente costituita per beneficiare di tutte le agevolazioni contributive (contributo di solidarietà del 10% anziché contribuzione totale) e fiscali (art.48 T.U. 1986) ammesse dalle leggi vigenti.
Quanto sopra sia nei settori Vita Infortuni quanto nel settore Rimborso Spese Sanitarie.